8.7.06

La Rivoluzione (dei costumi)


Uno scatto di un Autogrill Posted by Picasa

Allora. Questa cosa merita pubblicità, diffusione. Perché è davvero stramba e non so se a qualcuno fosse venuta in mente prima.

Ad ogni modo: in quel non-luogo per eccellenza dell'ingegneria stradale planetaria; in quel paradiso della rustichella; in quel tripudio di cd cellophanati di inquietanti artisti ormai dimenticati (forse, mai conosciuti); negli (probabilmente) unici esercizi al mondo dove è possibile trovare ancora musicassette e confezioni giganti di Nutella (che poi, fra parentesi, uno dove cazzo dovrebbe mettersele 'ste confezioni fra trolley e ombrelloni?); in quel marasma di sudorazioni, calzoncini e canottiere ormai sfibrate dal caldo e dal medesimo sudore, pisciate, cacche e cacchette, sguardi furtivi, desideri e fughe; in quell'oasi del (folle) viaggiatore su gomma

sbarcherà, insomma, un raggio di sole.

Una band bellunese, i Catherine, ha infatti organizzato nientepopodimenoche un AutoTour, cioè una tre giorni - da venerdì 21 luglio a domenica 23 luglio - di intensi concerti negli spiazzi di sosta degli Autogrill italiani.

Della serie: se il popolo italiano non concepisce l'esistenza della musica indie, è la musica indie che va a rovinargli quanto già l'Anas gli rende insostenibile da anni, il momento più critico dei 365 giorni: il viaggio in macchina verso le cosiddette ed amene "località di villeggiatura".

Da Piave Ovest ad Esino Ovest, da Monte Velino nord a Mascherone Est (queste, sob, le originali denominazioni delle nostre aree di ristoro, degne di un centro recupero afasici gravi), insomma dicevo da Montepulciano Est a Sceligera Sud il quintetto pop-rock proporrà - santo cielo, certo, in formazione ridotta - entusiasmanti set dai 30 ai 40 minuti.

Se vi capiterà di imbattervi in questi personaggi, abbiate pietà. Ascoltateli. Comprate un disco, una t-shirt, regalate loro un sorriso. O anche, semplicemente, un minuto di attenzione prima di correre ad acquistare l'ennesima un'inutile confezione gigante di Ritz al salmone per vostra nipote Claretta.

Voi non lo sapete. Forse nemmeno loro.

Ma è anche così che si fa la Rivoluzione (dei costumi, come no, a quella punto).

4 hanno detto la loro:

Nicolò La Rocca ha detto...

Frequento gli autogrill, ma in quei giorni sarò al mare. Comunque, bella cosa questa dei concerti negli autogrill. Ma sfruttano soltanto la location o hanno confezionato anche un repertorio pensato apposta per essa?

simone ha detto...

ciao nicolò. ma che strana coincidenza: sai che mi è arrivato, proprio ieri, dalla Fazi, "Tu che hai fatto per me", il tuo romanzo, da recensire. è un piacere potere conoscerti ciberneticamente.
quanto hai Catherine: si, credo abbiano quantomeno rivisitato molti dei loro pezzi appositamente per l'Auto-Tour.

Nicolò La Rocca ha detto...

Ho scoperto il tuo blog grazie al post su lipperatura. Tornerò spesso. Ah, buona lettura ;-)

Joe dei Catherine ha detto...

Grazie della segnalazione sul tuo blog. Comunque abbiamo rivisitato il nostro repertorio appositamente per le performance nelle aree di servizio. Sì, perchè non suoniamo all'interno degli autogrill, ma all'aperto. Grazie ancora. Ciao
Joe dei Catherine