14.10.07

IL PICCONATORE DI ETICHETTE

Elettori tutt'altro che generosi, invece, nel dichiarare per chi hanno votato, di fatto nessuno lo dice. Francesco Cossiga, invece, al gazebo di via Cola di Rienzo, nel quartiere Prati, spiega che ha votato per Enrico Letta, "vecchio-giovane democristiano", per "evitare il plebiscito per Veltroni" e perché "non sono né marilynmonroeiano né levinskiano".

L'arcigno e militarista picconatore rimane una spanna sopra a tutti, quando c'è da trovare le etichette giuste. C'è poco da fare.

[Io, comunque, ho votato stamattina. L'ho deciso, come annunciato, mentre rientravo alle tre di notte, in pieno Raccordo Anulare, con la radio sintonizzata su Stereonotte, che non è che mi faccia impazzire. Sono andato al gazebo prima di andare a far visita a mia nonna paterna ed a molti altri parenti al cimitero: oggi sarebbe stato il suo compleanno. E' morta 23 anni fa).

4 hanno detto la loro:

Diego D'andrea ha detto...

Io non ho votato...
Io non voto!
Io apprezzo i compleanni postumi, e chi li onora. Bravo!

Ciao D

simone ha detto...

Che tu non abbia votato domenica scorsa, legittimo.

Che tu sia uso disertare le urne, assai meno legittimo, per i miei parametri.

Baci e abbracci.

Anonimo ha detto...

prova

simone ha detto...

Maledetto!

Che fai, le prove sul mio blog?