13.4.06

Tu vuo' fa' l'americano...ma si' nato in italy!



Un'immagine delle ultime parate del "Columbus Day" sulla V strada, a New York Posted by Picasa

Giuro che poi tornerò a parlare di politica solo quando i tempi saranno maturi per esprimere un giudizio sulla compagine di governo che proporrà il professor Prodi - se il bambino proprietario del pallone permetterà anche al centro-sinistra di giocare.

Intanto, però, un elemento che mi ha molto colpito: è innegabile come gli epici "italiani all'estero" siano stati fondamentali per il risultato di queste sofferte politiche.

Mitizzati, già considerati territorio "facile" della destra più irrazionale ed isintivo-reazionaria alla Tremaglia, hanno espresso un voto maturo ed argomentato. Che è letteralmente sfuggito alle previsioni dei mondo-strateghi della destra.

Segnalo un editoriale di Vittorio Zucconi - anch'egli italiano all'estero - che, al solito, sviscera con grande acume la situazione e la motivazione del voto dei nostri concittadini in (quasi) tutto il globo.

2 hanno detto la loro:

Il Gobb ha detto...

GODO
Lo riporto subito sul mio blog, nei permapost: grazie Simo' ^_______^

simone ha detto...

Grazie a te ;)