29.1.06

DarK? Goth? Post? Metal!


Room with a view - Collecting shells at lighthouse hill Posted by Picasa

Ecco un disco - e un gruppo - del quale parlerò ben presto - e molto bene.

Goth-metal velato ed intelligentissimo che ha assorbito, come una spugna, tutto il meglio che c'è stato dalla new wave (inglese) in poi, passando per il metal più melodico e gli anni '80 presi tutti interi - escluso, come ovvio, il lato plastificato, di quel decennio.

Tecnicamente sono entusiasmanti - soprattutto la ritmica, con quella batteria esteticamente impeccabile -, vivacissimi, compatti come un blocco di cemento, eclettici nell'approccio armonico e nella strutturazione dei brani. Vibranti e monolitici quanto basta. Dark, ma di quel dark bello, affascinante, produttivo. Un po' malinconico e un po' titanico.
Non ditemi i Cure: si, anche loro. Ma oltre, un bel po'.

I Room with a view, romani, sanno mettere assieme un'attitudine decisamente popolare del genere - molte le tracce del disco che "si fanno ascoltare" anche da un pubblico non propriamente addicted al metal - in un solco lievemente retrò che non dispiacerà a chi ha sempre guardato alla Svezia e alle sue produzioni - proprio lassù, mi pare, hanno fatto mixaggio e mastering con il superbo lavoro di Jens Bogren (già Katatonia, Millencolin, Pain of salvation e via elencando).
Ma intendiamoci: il tutto da assimilare cum grano salis.

Eh si, perché i RWAV sono quanto ci si potrebbe aspettare da un post-metal (?) che tenta di trovare una sistemazione più levigata, "ascoltabile", ibrida - non a caso arriva anche una spruzzata jazzy verso la fine del disco.

Per tutti quelli che vogliono cambiare strada musicale - aprire lo sportello, strappare l'autoradio che trasmette solo plastica, buttarla in mezzo alla strada, installare un nuovo stereo.

E chiedere alla donna, ogni tanto, di mettersi pure quella bella mutandina di pizzo.
Nera, ovviamente.

E da strappare.

0 hanno detto la loro: